Design code: the new Acerbis collection

Design code: the new Acerbis collection

Milano, Salone Internazionale del Mobile
17-22 Aprile 2018
Hall 5 / Stand D07

 

Geometria, materia, luce, colore: i quattro elementi che da sempre contraddistinguono il design thinking di Acerbis trovano nella collezione 2018 un nuovo impulso vitale sotto la regia artistica di Massimo Castagna, per progettare attraverso le molteplici combinazioni un abitare unico e personale. Una visione sospesa tra passato e futuro per immaginare una collezione fedele all’heritage dell’azienda, che ha fatto della pulizia formale e del volume puro i suoi tratti distintivi, capace allo stesso tempo di anticipare le tendenze dell’interior con un nuovo codice materico e cromatico che permette infinite armonie compositive, in cui prodotti dialogano naturalmente in un’interpretazione perfetta degli interni contemporanei.

I prodotti della collezione 2018 portano la firma di Marco Acerbis, con il tavolo GIANO, un pezzo capace di sorprendere con un’architettura mutevole; di Giacomo Moor, che amplia l’offerta dei contenitori per la zona living con la credenza ALTEREGO low; di Massimo Mariani, che fa l’ingresso nella scuderia Acerbis con il programma MOODBOARD Tavolini e Console; di Massimo Castagna che, oltre alla direzione creativa dell’intera collezione, presenta delle evoluzioni di prodotto. Il tavolo ELIQUE, con l’introduzione di nuovi formati, materiali e finiture, e il sistema parete N.C. LANDSCAPE con nuove nuances e materiali, pronto ad accogliere schermi panoramici di ampie dimensioni e sistemi audio integrati, il tutto elegantemente celato dietro ante di grandi dimensioni che scorrono su binari invisibili, permettendo la massima libertà di scelta compositiva.

La palette materiali e finiture si arricchisce della nuova essenza Frassino di Palude, prodotta con tronchi fossili plasmati da un lungo e non replicabile processo naturale che regala al legno effetti materici unici e preziosi, dai colori e dalle texture sorprendenti, dell’inedita finitura spatolata a mano realizzata con un rivestimento cementizio a base di terre vulcaniche e protetta da una finitura superficiale con speciali resine che la rendono piacevole al tatto e resistente all’uso, e infine dall’evoluzione delle finiture metalliche spazzolate ottenute con l’applicazione di vernici speciali, sviluppate con le nanotecnologie e contenenti vere e proprie microparticelle metalliche per un effetto prezioso e sempre unico.