Due Più. La sedia-manifesto di Nanda Vigo. - Acerbis

Due Più. La sedia-manifesto di Nanda Vigo.

Pubblicato il 12.06.2023
Stories

Artista eclettica e visionaria, maestra indiscussa della creatività italiana, Nanda Vigo è stata una protagonista del clima culturale milanese ed europeo degli anni 60, che ha saputo distinguersi grazie al suo linguaggio capace di integrare arte, architettura e design. Concepisce e realizza la poltrona Due Più quasi per gioco, nel 1971. Lavorando sul progetto di una sedia con struttura in tubolari di ferro cromato, nacque l’idea di utilizzare dei rulli come seduta e schienale. Da questa ipotesi si è provato a realizzare la sedia con due cilindri imbottiti ricoperti di pelo di Mongolia: nacque così l’iconica sedia oggi riconosciuta in tutto il mondo.

Realizzata esclusivamente su commissione e in funzione dei lavori architettonici e di design della Vigo, oggi la poltrona Due più viene prodotta per la prima volta in serie da Acerbis.
Quando si viene invitati ad accomodarcisi per la prima volta, il suo particolare aspetto genera qualche incertezza, superata dopo pochi istanti grazie alla sua ergonomia e comodità in tutte e tre le sue modalità di utilizzo: seduta regolare, seduta laterale con appoggio di un braccio sul rullo superiore, e seduta inversa, dove lo schienale diventa il perfetto appoggio per gli avambracci.

 
 
 
 

Due Più è l’espressione delle due anime creative di Nanda Vigo: nella struttura in tubolari di metallici che riflettono la luce ritroviamo quella di architetto fedele alla geometria minimale, nella pelliccia voluminosa e sontuosa risplende la sua personalità eccentrica, pioniera, libera.

Foto d’archivio courtesy of Archivio Nanda Vigo.

Scopri Due Più

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti su nuovi prodotti, cataloghi, eventi e molto altro!